Varia

    • Nuovo

    La Banca d'Italia, 100 anni,...

    20,00 €

    La Banca d'Italia, 100 anni. 1893-1993. Con una presentazione di Antonio Fazio e un saggio introduttivo di Sergio Romano, Edizioni dell'Elefante, Venezia 1993, pp. X, 140, riccamente illustrato, 88 tavv. a colori, cm 29, elegante legatura editoriale in tutta tela, con titoli e decorazioni a impressione al dorso e al piatto anteriore, sovraccoperta e cofanetto.

    Nuovo.

    • Nuovo

    Marchese, La posta militare...

    32,00 €

    Giuseppe Marchese, La posta militare italiana 1939-1945. I bolli postali, quarta edizione, Associazione Italiana Collezionisti Posta Militare e Storia Postale, Rimini 2011, pp. IX, 404, riccamente illustrato, cm 24, br. ed.

    In perfetto stato.

    • Nuovo

    Torre, Vittorio Emanuele III

    35,00 €

    Mariano Torre, Vittorio Emanuele III ventiquattresimo Duca di Savoia terzo Re d'Italia e la Prima guerra mondiale, s. n., s. l. s. a., pp. 181, riccamente illustrato, cm 24, br. ed.

    Collana delle famiglie reali.

    Una interessante ed assai rara biografia del Re numismatico.

    In ottimo stato.

    Ragguaglio progressivo della...

    42,00 €

    Ragguaglio progressivo della moneta di antico conio con l'attuale lira pontificia dal quattrino a scudi centomila e dal centesimo di lira a lire centomila. Per qualunque operazione di contabilità con l'aggiunta del calcolo da una a cento per le monete da lire 2 a lire 20 ed una tavola rappresentativa gl'interessi del denaro al 6 per cento, Leonardo Olivieri Editore Tipografo, Roma 1868, pp. IV, 208, 20, 1 tav. ripieg. con Tabella d'interesse al 6 per 100 calcolata per giorni e per mesi, cm 19, br. ed. protetta da carta muta coeva. Segnatura di collocazione a lapis di biblioteca estinta al frontespizio, insignificante mancanza al margine inferiore destro delle prime due carte, minime tracce d’uso, per il resto in più che buono stato.

    Molto raro.

    La Daunia romana: città e...

    25,00 €

    Convegno nazionale sulla preistoria, protostoria, storia della Daunia. San Severo 6-8 dicembre 1996. La Daunia romana: città e territorio dalla romanizzazione all'Età imperiale. Atti, a cura di Armando Gravina, Archeoclub d’Italia, San Severo 1999, pp. 461, riccamente illustrato, cm 24, br. ed.

    Il volume include interessanti contributi tra cui si segnala: P. Principe, Teanum Apulum nella seconda guerra punica: la documentazione numismatica.

    Altri lavori presenti: M. Silvestrini, Aecae, Luceria, Arpi: note sulle “gentes” dei tre centri romani della valle del Celone; A. Gravina, Alcuni insediamenti rurali fra basso Fortore e il Gargano meridionale. Note di topografia; J. Mertens, Appunti per la topografia di Bovino in epoca romana; M. Corrente, Canosa: il Municipio; L. Di Cosmo, Casi di reimpiego nella chiesa di Santa Maggiore di Siponto; R. Compatangelo Soussignan, Centuriazione senza coloni? Il caso di Canosa nel quadro della regio Apulia et Calabria; L. Pietropaolo, Ceramiche romane in Daunia tra la romanizzazione e l’età tardoantica. Note sulla produzione e sulla diffusione; L. Notarangelo, Diomede a Turi e a Metaponto: per una rilettura di schol. ad Pind. Nem. X 12; F. Grelle, Forme insediative, assetto territoriale e organizzazione municipale nel comprensorio del Celone; J. Mertens, Herdonia, città romana della Daunia; F. Hilgert, I pavimenti musivi del complesso monumentale di San Giusto (Lucera): relazione preliminare; L. Marchi, Il comprensorio venosino: documenti per un processo di romanizzazione; E. Casteels, Il municipio di Teanum Apulum; O. Dally, Il santuario in località San Leucio di Canosa di Puglia; F. D’Aloia, Il vasellame da mensa d’importazione dai contesti archeologici tardoantichi della villa di Agnuli a Mattinata; M. Mazzei, Introduzione al Convegno; G. Legrottaglie, La ritrattistica di età romana a Lucera; L. Casavola, Le anfore della villa romana di Agnuli (Mattinata-Foggia); M. Mazzei, Lucera; A. G. Blundo, Monumenti funerari romani in Daunia; G. Volpe, Per una storia dei paesaggi agrari della Daunia romana; G. Volpe, Porti, rotte e commerci nella Daunia romana; M. Chelotti, Quadro generale della proprietà imperiale nell’Apulia settentrionale; M. G. De Fino, Recenti acquisizioni epigrafiche da Orsara di Puglia (Foggia). Note per una storia del territorio; G. De Felice, Recenti scavi al ponte romano sul Carapelle (Ordona, FG); M. Mazzei, Siponto: la Colonia; L. Todisco, Su alcuni tipi ideali nella statuaria di età imperiale in Daunia.

    Lievi tracce d’uso alla brossura, per il resto in più che buono stato.

    Federico II. Immagine e potere

    33,00 €

    Federico II. Immagine e potere, a cura di Maria Stella Calò Mariani e Raffaella Cassano, Marsilio, Venezia 1995, pp. XXXI, 603, riccamente illustrato, cm 29, br. ed.

    Catalogo della mostra tenutasi a Bari presso il Castello Svevo dal 4 febbraio al 17 aprile 1995, nell'ambito delle celebrazioni dell'ottavo centenario della nascita di Federico II. Poderoso volume ricco di immagini e contributi scientifici.

    Si segnala la presenza del contributo di Michele Pannuti, La monetazione di Federico II di Svevia nell’Italia meridionale e in Sicilia. Dall’Indice: Maria Stella Calò Mariani, Introduzione – L’orizzonte storico e geografico del Regno di Sicilia (J. M. Martin, Diversità e unità del regno – C. D. Fonseca, Federico II e le istituzioni ecclesiastiche del regno – A. Burruso, Federico II e la tradizione culturale arabo-islamica – P. Corsi, Il mondo bizantino – F. Cardini, La crociata di Federico II – D. Jacoby, La dimensione imperiale oltremare: Federico II, Cipro e il Regno di Gerusalemme) – L’immagine del sovrano (M. S. Calò Mariani, Immagine e potere – R. Elze, La simbologia del potere nell’età di Federico II – F. Cardini, L’aquila imperiale – E. Castelnuovo, Il volto di Federico – P. C. Claussen, Creazione e distruzione dell’immagine di Federico II nella storia dell’arte. Che cosa rimane?) – La corte (M. S. Calò Mariani, L’arte e la corte – C. Bertelli, La croce di Veroli dell’abbazia cistercense di Casamari – P. Moliterni, Legere scribere et cantare sciebat et cantilenas at cantiones invenire. Musica e danza al tempo di Federico II – H. Toubert, La miniatura federiciana dalla corte alla città – M. E. Avagnina, Un inedito affresco di soggetto cortese a Bassano del Grappa: Federico II e la corte dei da Romano – F. Zuliani, Gli affreschi del palazzo abbaziale di San Zeno a Verona – R. Poso, Diffusione di sciamiti, diaspri e ricami nel Duecento – F. Magistrale, La cultura scritta latina e greca: libri, documenti, iscrizioni – P. Morpurgo, Federico II e la natura – A. Paravicini Bagliani, Federico II e la cura corporis – G. Orofino, I codici scientifici) – Il Regno (M. S. Calò Mariani, Cantieri statali e cantieri ecclesiastici – F. Zezza, I materiali dell’architettura federiciana in Puglia – M. S. Calò Mariani, Il contributo dell’archeologia. Castel Fiorentino – P. Beck, La domus imperiale di Fiorentino in Capitanata – F. Piponnier, La casa medievale a Fiorentino – C. A. M. Laganara Fabiano, La ceramica nel sito di Fiorentino – A. Busto, A. M. Melilli, I reperti metallici e vitrei a Fiorentino – J. Mertens, Il castellum di Ordona – T. Springer, S. Fulloni, Il complesso benedettino della Santissima Trinità sul Monte Sacro, Gargano – B. Haas, I reperti vitrei della campagna di scavi: 1989 e 1990 nell’abbazia benedettina della Santissima Trinità sul Monte Sacro – U. Kindermann, L’abate Gregorio di Montesacro quale esponente della cultura spiritual-latina nella Puglia sveva – S. Patitucci Uggeri, La ceramica a Brindisi in epoca federiciana – R. Di Paola, Per la conoscenza dell’architettura sveva in Puglia. Il contributo dei restauri – Fulvio Resta, Il portale del palazzo di Foggia – N. Tomaiuoli, Il palatium di Lucera – M. Benedettelli, Il castello di Bari – M. Milella, Le indagini archeologiche all’interno del castello di Bari – D. Ciminale, Lo scavo nell’ala est del castello di Bari (luglio-novembre 1991) – A. Lorusso Bolettieri, La decorazione scultorea del castello di Bari – M. Pasquale, Il castello di Trani – M. Benedettelli, Il castello di Barletta – G. Fuzio, A. Simonetti, Il castello di Monte Sant’Angelo – M. Benedettelli, Il castello di Gravina – G. Matitecchia, Il castello di Brindisi – A. Pepe, M. Civita, La cattedrale di Altamura – W. Schirmer, Castel del Monte: osservazioni sull’edificio – D. Sack, Castel del Monte e l’Oriente – M. S. Calò Mariani, Castel del Monte. La veste ornamentale – G. De Tommasi, Castel del Monte: i restauri e l’immagine – A. Pepe, Insediamenti di età sveva in Terra d’Otranto – B. Vetere, Federico e il Salento – L. Santoro, Insediamenti svevi in Campania – M. P. Di Dario Guida, Calabria federiciana – M. S. Calò Mariani, Lo spazio dell’ozio e della festa – P. Mane, L’Opus ruralium commodorum di Pietro de’ Crescenzi – H. Bresc, I giardini palermitani – B. Van den Abeele, Federico II falconiere: il destino del De arti venandi cum avibus – M. S. Calò Mariani, L’ornato e l’arredo – Id., Il capitello con teste angolari nel Museo Diocesano di Troia – L. Castelnuovo-Tedesco, Il capitello e la testa di donna del Metropolitan Museum of Art di New York – M. S. Calò Mariani, L’eredità sveva – D. Aquilano, Stucchi dall’ex convento degli Agostiniani di Vasto – M. L. Testi Cristiani, La Toscana da Federico II puer Apuliae a Nicola de Apuliae – Id., La Toscana e Nicola Pisanus – F. Tateo, Reperti e ricordi di Federico II nella letteratura italiana – F. Cardini, Federico II. La memoria e il mito) – Catalogo delle opere – Bibliografia, a cura di marcella Chelotti.

    Minime tracce d'uso alla brossura, per il resto in più che buono stato.

    Taras, Rivista di archeologia,...

    35,00 €

    Taras. Rivista di archeologia, Società di Storia Patria per la Puglia, Bari, n. XXIX-XXX, 2009-2010, pp. 208, riccamente illustrato, cm 29, br. ed.

    Gran parte della rivista è dedicata al contributo di Giuseppe Libero Mangieri, La collezione numismatica Ribezzi, con un catalogo che illustra 252 monete antiche, medievali, moderne e contemporanee.

    Lievissime tracce d’uso, per il resto in ottimo stato.

    Taras, Rivista di archeologia,...

    35,00 €

    Taras. Rivista di archeologia, Società di Storia Patria per la Puglia, Bari, n. XXVI, 2006, pp. 88, riccamente illustrato, cm 29, br. ed.

    Gran parte della rivista è dedicata al contributo di T. Montesardo, Tesoretto di monete romane di età repubblicana rinvenuto nel 1936 a Avetrana (Taranto), con 100 esemplare riprodotti.

    Lievissime tracce d’uso, per il resto in ottimo stato.

    Muro Leccese. Alla scoperta di...

    20,00 €

    Muro Leccese. Alla scoperta di una terra medievale. Una città, la sua gente, le sue radici, a cura di Paul Arthur, Brunella Bruno, Mauro Congedo Editore, Maglie 2007, pp. 91, riccamente illustrato, cm 28, br. ed.

    Tra i vari contributi presenti si segnala: Giuseppe Libero Mangieri, Medagliere. Il tesoretto di Muro Leccese.

    In perfetto stato.

    Eraclea

    45,00 €

    M. Osanna, L. Prandi, A. Siciliano, Culti greci in Occidente, vol. II, Eraclea, con un contributo di B. Otto, Istituto per la Storia e l'Archeologia della Magna Grecia, Taranto 2008, pp. 198, riccamente illustrato, cm 30, br. ed.

    Collana: Magna Grecia, 11.

    Monografia scientifica con riferimenti numismatici che analizza la presenza di culti greci in una colonia occidentale. La ricerca è basata su strumenti di indagine diversificati e sull’acuta capacità di leggere e interpretare testimonianze storiche e archeologiche finalizzate alla comprensione globale del mondo antico.

    In ottimo stato.

    Excavations at Otranto, vol. II,...

    35,00 €

    Excavations at Otranto, vol. II, The finds, a cura di Francesco D'Andria, David Whitehouse, Congedo Editore, Galatina 1992, pp. 369, riccamente illustrato, cm 29, br. ed. con sovraccoperta.

    Collana del Dipartimento di Scienze dell'Antichità. Settore storico-archeologico. Università di Lecce, 6. Tra i vari contributi presenti si segnala lo studio di Adriana Travaglini dedicato alle monete. Altri scritti: Introduction, David Wilkinson; La ceramica pre-romana, Grazia Semeraro; La ceramica africana e microasiatica, Maria Teresa Giannotta; La ceramica comune preromana e romana, Grazia Semeraro; Le lucerne di età romana, Maria Teresa Giannotta; Medieval Domestic Pottery, Helen Pattersona, David Whitehouse; Aphorae for Bulk Transport, Paul Arthur; Vetri romani e medievali, Maria Teresa Giannotta; The Small Objects, Martin Hicks, Alison Hicks; The Animal Bones: A Preliminary Assessment of the Stock Economy, Judith Cartledge, Gillian Clark, Valerie Higgins; The Avifauna, Sheila Sutherland; The Fish Remains, Andrew K.G. Jones, The Marine and Fresh-water Shells, David Reese.

    Piccola firma di possesso al frontespizio.

    Lievissime tracce d’uso, per il resto in ottimo stato.

    Excavations at Otranto, vol. I,...

    24,00 €

    Excavations at Otranto, vol. I, The excavation, a cura di Demetrios Michaelides, David Wilkinson, Congedo Editore, Galatina 1992, pp. 192, riccamente illustrato, 2 grandi tavv. ripieg., cm 29, br. ed. con sovraccoperta.

    Collana del Dipartimento di Scienze dell'Antichità. Settore storico-archeologico. Università di Lecce, 5.

    Dall’Indice: Introductions, Demetrios Maichaelides, Davis Wilkinson; Otranto in medieval history, Thomas S. Brown; Summary and discussion, David Wilkinson; Stratigraphy, Phases I an II (The Roman cemetery) Marshall J. Becker, Maria Teresa Giannotta, Grazia Semeraro, Adriana Travaglini, David Wilkinson; Stratigraphy, Phases III to VIII, David Wilkinson; The Human Bones, Marshal J. Becker.

    Piccola firma di possesso al frontespizio.

    Lievissime tracce d’uso, per il resto in ottimo stato.

    Le arti di Efesto. Capolavori in...

    100,00 €

    Le arti di Efesto. Capolavori in metallo dalla Magna Grecia, a cura di Alessandra Giumlia-Mair, Marina Rubinich, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2002, pp. 302, riccamente illustrato, cm 28, br. ed.

    Il volume accompagna la mostra tenutasi a Trieste dall’8 marzo al 28 luglio 2002, curata da un comitato scientifico di grande rilievo costituito da numerosi soprintendenti ai Beni Archeologici italiani e da illustri direttori di musei d'arte antica stranieri. Per quanto concerne la numismatica, di grande interesse scientifico appaiono i contributi di Attilio Stazio, Nicola Parise, Salvatore Garraffo, Katia Mannino. Il testo ha lo scopo di far conoscere al pubblico non solo oggetti di elevato valore artistico, spesso mai esposti prima, ma soprattutto di condurre alla conoscenza della straordinaria produzione degli artigiani greci dell'Italia meridionale che lavorarono il bronzo, l'argento e l'oro dal VI al III secolo a.C. Il criterio di selezione delle opere è fondato, non solo sulla loro bellezza estetica, ma anche e soprattutto sulla loro capacità di dimostrare la grande abilità tecnica raggiunta nelle officine dei bronzisti, orefici, toreuti e monetieri di quei secoli. Grande importanza viene, inoltre, riservata alla conoscenza dei metodi e degli strumenti di produzione utilizzati dai Greci approdati sulle coste della nostra penisola. Il sottotitolo del libro vuole volutamente indicare che i reperti provengono dalla Magna Grecia intesa nella sua massima estensione geografica, come Italia peninsulare comprendente Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Fanno eccezione alcuni oggetti provenienti dalla Sicilia greca, scelti perché insostituibili.

    Piccola firma di possesso al frontespizio.

    In ottimo stato. Opera di difficile reperibilità.

    Scienze dell’Antichità, n. 11,...

    74,00 €

    Scienze dell’Antichità. Storia, Archeologia, Antropologia, Edizioni Quasar, Roma, n. 11, 2001-2003, pp. 592, riccamente illustrato, cm 29, br. ed.

    Il volume include i seguenti contributi di interesse numismatico: Arnaldi, Oceanus su monete ed epigrafi; Bini, Bella questa moneta, come avranno fatto a farla? Troppo semplice la risposta: per coniazione; M. Caccamo Caltabiano-P. Radici Colace, La storia della moneta romana nell’Anonimo del de rebus bellicis tra ideologia e realtà economico-monetali; P. Calabria, Dikaiosyne, J.-P. Callu, Les impératrices pieuses et heureuses; Cazzella, Contare e pesare nel Mediterraneo centrale durante l’età del Bronzo; F. Ceci, Un solido di Marciano e alcuni aspetti dell’iconografia monetale tra paganesimo e cristianesimo; Cutroni Tusa, La zecca di Agrigento durante la seconda guerra punica; F. della Ratta-Rinaldi, Rinvenimenti monetali da Formello (Roma) e dal suo territorio; G. Dembski, Eine Goldfibel mit Stater Alexander III. aus Carnuntum; Di Vita, Ripostiglio di folles bizantini da Gortina (Creta); G. Gorini, Monete greche dal Polesine; G.L. Gregori, Tra numismatica ed epigrafia: a proposito di congiarium, liberalitas, largitio e munificentia sulle monete e nelle iscrizioni; G. Libero Mangieri, Due tesoretti di monete medievali dall’Italia meridionale; D.F. Maras, Numismatica ed epigrafia. Nuove osservazioni sulle serie a legenda qezi e leqez; Morandi, Osservazioni su alcune leggende monetali etrusche; F. Mori, Numismatique et préhistoire: un rapport indéniable mais submergé; N.F. Parise, Misure siriane e misure mesopotamiche nell’età del Bronzo; T. Pàroli, Monete e Vangeli nell’Inghilterra dell’alto medioevo; P. Pensabene, Su alcune tessere plumbee di uso commerciale; R. Pera, Su di un asse narbonense rinvenuto a Savona; Perassi, La moneta d’oro di Salonino con cornice dagli scavi dell’Università Cattolica di Milano; V. Picozzi, Solido milanese di Antemio con sigla di zecca irregolare; M. Ratto-A. Castellotti, Uno scudo d’oro di Gregorio XIII di cui non rimaneva che la memoria; P. Serafin, Un quinario dorato dal Tevere; L. Villaronga, El denario romano pesado en los tesoros de la Península Ibérica. Altri contributi: E. Ascalone, L’indigeno e il forestiero. Elaborazione di nuovi percorsi culturali integrativi tra seconda metà del III e inizio del II millennio a.C. sul plateau iraniano e in Susiana; D. Nadali, Guerra e morte: l’annullamento del nemico nella condizione di vinto; L. Nigro, La stele di Rimush da Tello e l’indicazione del rango dei vinti nel rilievo reale; L. Peyronel, Commercianti dilmuniti nella Susiana? Evidenze archeologiche ed epigrafiche sulle relazioni culturali tra golfo Persico e Iran sud-occidentale agli inizi del II mill. a.C; F. Pinnock, Donne straniere e donne vinte nella cultura figurativa mesopotamica: donne nemiche. Il suburbio: U. Fusco, Dinamiche insediative nel suburbio nord orientale di Roma tra Repubblica e Principato. Forma e funzione: J. Evans-G. Recchia, Pottery function: trapped residues in Bronze Age pottery from Coppa Nevigata (Southern Italy); F.R. Stasolla, Tra forma e funzione: i mortai nel Medioevo; G. Vallarino, Oggetti per la combustione di aromi da Delo: la forma e l’uso nella terminologia; Recenti scoperte: L. Nigro, Un arredo in terracotta conformato a capitello eolico da Mozia. Conferenze del dipartimento: F. Wendorf-R. Schild, The Late Paleolithic burials at Jebel Sahaba: the earliest known warfare. Organo del Dipartimento di Scienze Storiche Archeologiche e Antropologiche dell’Antichità, la presente rivista raccoglie in ambiti tematici risultati di ricerche aggregate nella prospettiva di uno studio integrato delle società antiche in tutti i loro aspetti – ambientale, tecnologico, economico, sociale, politico, artistico, ideologico – considerati quali elementi interagenti in sistemi dotati di specifiche dinamiche di trasformazione. Gli studi che in essa confluiscono sono condotti su materiali documentari diversi – archeologici, filologico-epigrafici, ecologico-naturalistici, ecc. – attraverso metodologie e tecniche analitiche parimenti diverse, in vista della convergenza delle discipline in una più ampia reciproca interazione. La collocazione cronologica e geografica va dalla preistoria al tardoantico e al medioevo, anche se gli interessi prevalenti si accentrano nelle età che vanno dalla neolitizzazione vicino-orientale ed europea al mondo greco e romano. L’undicesimo volume, relativo agli anni 2001-2003, comprende saggi articolati in quattro temi che allargano gli interessi scientifici ad un ampio orizzonte geografico, interessando un arco cronologico dall’età preistorica al Medioevo.

    Piccola firma di possesso al frontespizio.

    Lievi segni del tempo alla brossura, per il resto in ottimo stato.

    Lazio e Sabina

    50,00 €

    Lazio e Sabina, a cura di Giuseppina Ghini, Edizioni Quasar, Roma 2010, pp. 506, riccamente illustrato, cm 30 br. ed.

    Atti del Convegno del Sesto Incontro di Studi sul Lazio e la Sabina, Roma, 4-6 marzo 2009.

    In testa al frontespizio: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio.

    Si segnala il contributo di interesse numismatico: M. Labate, Ceramica a vernice nera e reperti numismatici dal santuario di Trebula Mutuesca, alcune precisazioni cronologiche. Altri contributi: M.F. Rolfo, D. Mancini, L. Salari, A. Zarattini, La grotta di “Mora Cavorso” a Jenne (Roma). Nuove ricerche; T. Mattioli, Le pitture rupestri della grotta dell’Arco di Bellegra (Bellegra, Roma); P. Pensabene, A. Ottati, Nuove testimonianze di architettura dorica a Villa Adriana; R. Hidalgo, Il cosiddetto Teatro Greco di Villa Adriana: questioni di identificazione e interpretazione; B. Adembri, G.E. Cinque, Tecnica e tecnologia nell’Edificio con Peschiera; C. Annunziata, Le sculture delle ville di Colle Nocello, Colle Vitriano e Chiesuola nell’ager Tiburtinus; C.H. Steffensen, B. Tang, C. Trier, Rapporto preliminare delle campagne di scavo del 2007-2008 nell’area di Nomentum (Mentana, Roma); S. Sgalambro, La Villa di Traiano ad Arcinazzo Romano: analisi dello schema planimetrico della platea inferiore; M.G. Granino Cecere, Mense iscritte da Nomentum; F. Marino, La chiesa di S. Giovanni del Castrum Statiani a Palombara Sabina; M. Rubini, P. Zaio, Il sito dei “segnati” da Dio: Palombara Sabina; G. Alvino, Sabina e Cicolano: un aggiornamento sulle ricerche; G. Masci, Le città dei Sabini; A. Festuccia, C. Ranieri, Acquedotti e sistemi di drenaggio arcaici nell’Ager curense; E. Giummarra, Il Ponte Sambuco a Torricella in Sabina. Infrastrutture e viabilità nell’età antica; F. Marzilli, Studi su Casperia; F. Santini, I “compagni di caccia”: dalle fonti storiche ai reperti faunistici della villa dei Brutti Praesentes (Scandriglia, Rieti); F. Lezzi, Contributo alla conoscenza di Reate; M.F. Perotti, La villa cd. Torone presso Rieti; F. Squadroni, Il territorio di Amatrice (Rieti): epigrafi romane da una zona di confine; R. Cascino, C. Filippone, Corredi funerari dalla necropoli di Falacrinae (Cittareale, Rieti); E. Farinetti, Cicolano Survey 2008. Sul paesaggio di epoca romana nella piana di Corvaro; V. d’Ercole, A. Martellone, La necropoli sabina di Montereale (L’Aquila). Colli albani e area tuscolana: S. Kay, S. Hay, Le indagini geofisiche condotte dalla British School at Rome nel Lazio: risultati e prospettive; E. D’Ambrosio, B. Giaccio, L. Lombardi, F. Marra, M. F. Rolfo, A. Sposato, L’attività recente del centro eruttivo di Albano tra scienza e mito: un’analisi critica del rapporto tra il vulcano laziale e la storia dell’area albana; A. De Angelis, F. Altamura, R. Monti, A. Pancotti, La necropoli romana in località Le Zite a Colonna; A. Betori, A.L. Fischetti, Rinvenimenti archeologici in loc. Marcandreola a Ciampino (Roma); N. Terrenato, A. Gallone, J. A. Becker, S. Kay, Urbanistica ortogonale a Gabii. Risultati delle nuove prospezioni geofisiche e prospettive per il futuro; S. Helas, Prospezioni geofisiche a Gabii: interpretazioni e prospettive per uno studio delle mura; A. D’Alessio, M. Di Lieto, M. Maiuro, A. Misiani, Testimonianze archeologiche nel territorio di Rocca di Papa (Roma): possibili tematismi topografici e primi contenuti progettuali a sostegno degli strumenti di pianificazione urbanistica; L. Attenni, Evidenze archeologiche nel territorio comunale di Lanuvio (Roma); ecc.

    Piccola firma di possesso al frontespizio.

    In ottimo stato.

    Siponto. Archeologia di una...

    36,00 €

    Siponto. Archeologia di una città abbandonata nel Medioevo, a cura di Caterina Laganara, Claudio Grenzi Editore, Foggia 2011, pp. 231, riccamente illustrato, cm 31, br. ed.

    Il volume include un contributo di Giuseppe Sarcinelli dedicato alle monete. Altri contributi sono a firma di: Gianluca Andreassi, Sabino Edoardo Andriani, Patrizia Albrizio, Gabriella Bozzi, Austacio Busto, Giovina Caldarola, Ida Maria Catalano, Maria Antonietta Catamo, Giuseppe Ceraudo, Marcello Ciminale, Pasquale Corsi, Ginevra d’Onofrio, Giuseppe Daurelio, Giuseppe De Benedetto, Antonella Di Marzo, Emanuela Elba, Giacomo Eramo, Giulia Finzi, Danilo Gallo, Alessandra Genga, Patrizia Gentile, Lorena C. Giannossa, Caterina Laganara, Rocco Laviano, Katia Luzio, Annarosa Mangone, Tiziana Mastracci, Gioacchino Micocci, Raffaella Palombella, Gabriella Passatelli, Comasia Petronella, Daniela Pinto, Daniela Rossitti, Mariangela Sammarco, Maria Siciliano, Tiziana Siciliano, Antonio Tepore, Angela Traini, Anna Maria Tunzi, Adriana Valchera, Inez van der Werf, Enrica Zambetta. Riconoscere le modalità dell’abbandono dell’antica Siponto - già colonia romana nel II secolo a.C., poi precoce sede vescovile che con alterne vicende attraversa una lunga storia insediativa - e ridare un volto alla città, di cui oggi episodiche tracce materiali, seppure di spiccata rilevanza, ripropongono sostanzialmente lo stesso paesaggio noto agli antichi viaggiatori, è l’intento di questo studio. Avvalendosi dei metodi più aggiornati sul terreno ed in laboratorio, l’indagine archeologica comincia a definire l’impianto di un comparto urbano periferico, prossimo al limite settentrionale di questo importante centro portuale sull’Adriatico che rivive nella memoria dell’odierna cittadina di Manfredonia, sviluppatasi immediatamente più a Nord, senza apparente soluzione di continuità con il luogo delle antiche rovine per la recente formazione dell’interposto villaggio turistico di Siponto. Mura, case, spazio religioso e funerario, strade con aree esterne di circolazione insieme ai molteplici aspetti della vivace realtà socioeconomica urbana e del vivere quotidiano dei suoi abitanti sono restituiti da un lavoro in progress, parte di un programma integrato tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia e l’Università degli Studi di Bari. Gli esiti delle prime cinque campagne di scavo, condotte nella forma del campo-scuola a partire dal 2000, presentati in questo volume, la cui realizzazione è stata possibile grazie al finanziamento di più Enti, sono altresì fruibili nella mostra permanente allestita nel Museo Nazionale del Castello di Manfredonia, dove in forma inedita passato e presente convivono nei resti materiali e nella sperimentazione scientifico-tecnologica che ne decodifica anche le più labili tracce. Un volume che introduce il lettore nell’intrigante mondo delle discipline indiziarie, di cui l’archeologia fa parte, e che offre un valido strumento per chi ad essa intenda avvicinarsi.

    Leggerissime tracce d’uso alla brossura, per il resto in ottimo stato.