Le arti di Efesto. Capolavori in metallo dalla Magna Grecia

Le arti di Efesto. Capolavori in metallo dalla Magna Grecia, a cura di Alessandra Giumlia-Mair, Marina Rubinich, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2002, pp. 302, riccamente illustrato, cm 28, br. ed.

Il volume accompagna la mostra tenutasi a Trieste dall’8 marzo al 28 luglio 2002, curata da un comitato scientifico di grande rilievo costituito da numerosi soprintendenti ai Beni Archeologici italiani e da illustri direttori di musei d'arte antica stranieri. Per quanto concerne la numismatica, di grande interesse scientifico appaiono i contributi di Attilio Stazio, Nicola Parise, Salvatore Garraffo, Katia Mannino. Il testo ha lo scopo di far conoscere al pubblico non solo oggetti di elevato valore artistico, spesso mai esposti prima, ma soprattutto di condurre alla conoscenza della straordinaria produzione degli artigiani greci dell'Italia meridionale che lavorarono il bronzo, l'argento e l'oro dal VI al III secolo a.C. Il criterio di selezione delle opere è fondato, non solo sulla loro bellezza estetica, ma anche e soprattutto sulla loro capacità di dimostrare la grande abilità tecnica raggiunta nelle officine dei bronzisti, orefici, toreuti e monetieri di quei secoli. Grande importanza viene, inoltre, riservata alla conoscenza dei metodi e degli strumenti di produzione utilizzati dai Greci approdati sulle coste della nostra penisola. Il sottotitolo del libro vuole volutamente indicare che i reperti provengono dalla Magna Grecia intesa nella sua massima estensione geografica, come Italia peninsulare comprendente Campania, Puglia, Basilicata e Calabria. Fanno eccezione alcuni oggetti provenienti dalla Sicilia greca, scelti perché insostituibili.

Piccola firma di possesso al frontespizio.

In ottimo stato. Opera di difficile reperibilità.

N266-4348

100,00 €

facebook twitter yahoo flickr flickr google